Una mostra per festeggiare i 70 anni di Vespa

DA VENERDI’ 29 APRILE CD Studio D’arte ospiterà la mostra itinerante PIMP MY VESPARTI.
In esposizione tutte le Vespe del progetto con nuove opere inedite sul tema della Vespa realizzate da artisti della galleria, in oltre in mostra la Vespa Gigante di Stefano Cappellini, opere dedicate alla Vespa di Alessio-b, Vidimari e Gademond.

Il 23 aprile di 70 anni fa, allʼUfficio Brevetti di Firenze, fu depositato il progetto industriale compiuto di un veicolo destinato a diventare leggenda: la Vespa. Era il 1946 e la ricostruzione avrebbe dato agli italiani tante opportunità e cose nuove da scoprire. Come la rivoluzione nella mobilità che la Vespa permetteva.
Nel primo anno di produzione ‒ il 1946 appunto ‒ furono costruite 2.484 Vespa. Due le versioni: normale e lusso, che costavano rispettivamente 55.000 e 61.000 lire. Un anno dopo Piaggio vendette 10.535 Vespa e nel 1948 arrivò a 20 mila, fino alle 175 mila del 1951. Ma nel frattempo la Vespa divenne un fenomeno internazionale e Piaggio iniziò a produrla anche in Germania.

Lʼamore per la Vespa trovò negli anni 50 un cemento di quelli che durano: il cinema. Il coup de foudre con la settima arte lo diede “Vacanze Romane”, con la meravigliosa coppia Audrey Hepburn e Gregory Peck, e poi è continuato in tantissime altre pellicole. Bellissimo lʼepisodio a lei dedicato in “Caro Diario” di Nanni Moretti. in tutto il territorio nazionale.