From Street Sign to Art! Nuova mostra di cartelli stradali.

Quando l’arte è segnaletica: nuove opere d’arte su cartelli stradali alla Cd Studio D’Arte.

I cartelli stradali rappresentano le indicazioni e i limiti necessari per dirigere il traffico o un flusso di persone. Sono elementi urbani noti al cittadino in ogni parte del mondo, immediatamente comprensibili, quasi un alfabeto necessario per vivere in città.
Ma cosa succede se degli elementi così riconoscibili come i cartelli stradali, venissero reinterpretati dai nostri artisti secondo uno stile street?

Cartelli stradali e Street Art: 4 artisti importanti.

Da sempre la Street Art, il movimento artistico più capillarmente diffuso al mondo, forse la forma più democratica e comunicativa di arte contemporanea, sperimenta differenti mezzi e supporti per potersi esprimere: stencil, sticker, poster non sono che alcuni degli strumenti utilizzati dagli street artist contemporanei e tra questi, alcuni utilizzano anche i cartelli stradali.

Vediamo ora 4 artisti che utilizzano i cartelli stradali per esprimere la loro creatività: il primo è Mark Jenkins, artista noto a livello internazionale per i suoi interventi di strada per le sue straordinarie sculture. L’artista ha realizzato i “Signs Of Spring”, in cui ha trasformato cartelli stradali “autoritari” in delicati fiori primaverili.

Il secondo è Clet Abraham, l’artista francese che da 15 anni colora i cartelli stradali di Firenze e di molte altre città con la sua sticker art. Clet, con i suoi interventi di urban art, comunica un nuovo linguaggio visivo che rompe la routine e sorprende chi li osserva.

Le sue modifiche non tolgono il potenziale insito nel cartello, che non viene banalizzato, ma bensì aggiungono un ulteriore messaggio positivo, quasi un’integrazione armonica.
In questo modo i divieti vengono quasi liberati dal loro univoco linguaggio di costrizione, per prediligere la presenza di omini stilizzati che tagliano il segnale o lo slacciano come se fosse una cintura.

I cartelli stradali artistici possono anche essere occasione di denuncia sociale: si pensi alla coppia di artisti Jacob Sempler & Emil Tiismann che a Stoccolma hanno creato un cartello stradale di pericolo che raffigura due persone chine sui loro cellulari, distratte da tutto ciò che le circonda: un messaggio chiaro e forte contro l’abuso degli smartphone.

Com’è nata l’idea della mostra sui cartelli stradali nella nostra art gallery?

L’idea è nata durante la seconda edizione della Biennale di Street Art Super Walls dove, per delimitare il cantiere e porre in sicurezza gli artisti all’opera, sono stati utilizzati diversi cartelli stradali.
Durante le pause, alcuni di loro si sono divertiti a decorare i cartelli con tag, sticker e stencil.

Così, vedendo che quelli realizzati durante il festival erano davvero espressivi e creativi, la nostra galleria ha proposto ad alcuni di loro di dipingere su una ventina di cartelli stradali. Nasce così la mostra “From Street Sign To Art”!

La reinterpretazione della segnaletica stradale è stata sorprendente e del tutto inaspettata: un divieto di sorpasso è diventato un drive-in americano, da un cartello di senso vietato sbuca un bambino curioso, uno stop diventa un invito a non smettere di credere nei propri sogni e un segnale di pericolo di strada sdrucciolevole si è trasformato in una pista in cui Donkey Kong può sfrecciare, lasciandosi alle spalle New York.

Altri cartelli fanno riflettere l’osservatore su tematiche importanti come la sostenibilità ambientale e la pace: basti pensare a “Take me Home”, uno stop in cui un orso polare naufraga galleggiando sulle calotte polari ormai sciolte, guardandoci deluso;
Sempre su uno stop è stata rappresentata anche la morte, travestita da Ghostface, mentre sventola un giornale con scritto “STOP WAR”. Persino la morte è contraria alle atrocità della guerra in Ucraina e chiede all’umanità di fermarla.

Any, Shife, Alessio-B, Zero Mentale e Nico, membro della crew francese La Crémerie, hanno dimostrato che l’arte si manifesta in mille modi, e il supporto su cui viene rappresentata non è altro che un surplus al loro talento e alla loro creatività.
Venite a scoprire in galleria queste opere d’arte del tutto inusuali e in perfetto stile Urban Street, oppure guardatele sul nostro sito. Senz’altro desidererete averne una anche a casa vostra!

Seguici sui nostri canali social Facebook @cdstudiodarte e Instagram @cdstudiodarte1968 per rimanere sempre aggiornato!

Mandaci un’email





    Leggi l'informativa
    Quick Shop